top of page

Come e a chi comunicano le Pubbliche Amministrazioni? La Comunicazione Inclusiva


Creative Intelligence apre un corso per una Comunicazione Inclusiva

Creative Intelligence apre un corso per una Comunicazione Inclusiva


Nel panorama della comunicazione contemporanea, inclusività è la parola chiave. La capacità di rivolgersi a un pubblico diversificato e di garantire che tutti e tutte possano comprendere e partecipare è cruciale, soprattutto quando si tratta delle pubbliche amministrazioni. Creative Intelligence si pone come punto di riferimento nel fornire formazione al personale pubblico per garantire una comunicazione sempre corretta, inclusiva e accessibile.


L'Importanza della comunicazione inclusiva:



Creative Intelligence apre un corso per una Comunicazione Inclusiva
Creative Intelligence apre un corso per una Comunicazione Inclusiva

La comunicazione inclusiva è molto più di una tendenza; è un requisito fondamentale per un'efficace interazione tra le pubbliche amministrazioni e la comunità di riferimento nella sua interezza. Utilizzare un linguaggio inclusivo non solo rispetta la diversità culturale e linguistica, ma anche le esigenze di coloro che potrebbero avere disabilità o differenti capacità di comprensione.


Le pubbliche amministrazioni sono al centro della vita quotidiana dei cittadini e delle cittadine. Garantire che la comunicazione sia accessibile è un passo fondamentale verso la costruzione di una società inclusiva e partecipativa. Creative Intelligence ha posto al centro della sua pratica aziendale una comunicazione accessibile, ampia e pervasiva, per sé e per la sua clientela e ne ha fatto una mission. A gennaio 2024, per il comune pugliese di Martina Franca (TA) CI ha erogato un corso di formazione, della durata di tre giorni, proprio sulla comunicazione inclusiva, nell’ambito di un finanziamento PNRR, finalizzato a interventi per l’accessibilità e l’inclusione nella biblioteca comunale “Isidoro Chirulli”.

Sono state presentate modalità e tecniche per consentire agli operatori culturali di fornire una corretta informazione in vari ambiti, garantendo un accesso equo e una fruizione piena e inclusiva, coinvolgendo il personale nella sfida comunicativa del nostro tempo e fornendo gli strumenti necessari per affrontarla e vincerla.

 

La giornalista Maria Pia Anna Garrinella ha guidato il corso, portando la sua esperienza e competenza nel campo della comunicazione inclusiva. Con un approccio pratico e coinvolgente, il corso ha coperto vari aspetti, dalle linee guida per la scrittura inclusiva alle migliori pratiche nella progettazione di materiali e contesti accessibili. È stata posta un'enfasi particolare sulla scelta di parole e buone pratiche che siano rispettose delle diversità e delle disabilità, dalla creazione di video sottotitolati alla corretta declinazione delle varie cariche pubbliche in entrambi i generi (evitando l’uso sovraesteso del maschile). Nel panorama della comunicazione contemporanea, inclusività è la parola chiave. La capacità di rivolgersi a un pubblico diversificato e di garantire che tutti e tutte possano comprendere e partecipare è cruciale, soprattutto quando si tratta delle pubbliche amministrazioni. Creative Intelligence si pone come punto di riferimento nel fornire formazione al personale pubblico per garantire una comunicazione sempre corretta, inclusiva e accessibile. Creative Intelligence è impegnata a supportare le pubbliche amministrazioni nel loro percorso verso una comunicazione sempre più accessibile.

 

Guardando al futuro, intendiamo continuare a lavorare con altre istituzioni per diffondere la consapevolezza dell'importanza di una comunicazione aperta e contribuire a creare una società che dia voce alla pluralità e alle specificità individuali, valorizzandole.


Comments


bottom of page